13/07/2011
EUROPEI 2011

clicca per ingrandire...Lo storico record di Daudet, la Francia in vetta all'Europa, le difficoltà degli italiani e le giovani promesse che avanzano...

Daudet , storico record!
Ha vinto tutte le dodici prove del Campionato Europeo 2011!
Con una performance che non ha precedenti nella storia del BMX, il campione francese stravince il titolo continentale, in un’edizione che ha visto il ritorno dei transalpini al vertice della specialità in Europa. Sono infatti tre su quattro i titoli conquistati dagli atleti dell’Equipe guidata da Fabrice Vettoretti, coach dell’anno nel 2010: Elite Men (Joris Daudet), Elite Women (Manon Valentino) e Junior Men (Benjamin Janssens). Agli olandesi il titolo nelle Junior Women con Elis Ligtlee.

 

I PODI EUROPEI 2011
clicca per ingrandire...

photo #1

photo #1
photo #1
ELITE MEN
Joris Daudet (FRA
Thomas Hamon (FRA)
Edzus Treimanis(LAT)
ELITE WOMEN
Manon Valentino(FRA)
Magalie Pottier (FRA)
Jana Horakova (CZE)
JUNIOR MEN
Benjamin Janssens (FRA)
Thomas Doucet (FRA)
Quentin Derome (FRA)
JUNIOR WOMEN
Elis Ligtlee(NED)
Laura Smulders (NED)
Simone Christensen (NED)

LA GIORNATA INDIMENTICABILE DI JORIS DAUDET

clicca per ingrandire...
Performance & Style

L'ultima finale ...

clicca per ingrandire...
clicca per ingrandire...
Domenica, in assenza di Strombergs, ripartito per la Lettonia, è stato il turno del connazionale Moana Moo Caille a cercare di contrastare il fenomeno Daudet. Niente da fare anche per lui ma un'altra finale entusiasmante. Prova inconfutabile che il BMX per fare spettacolo non ha bisogno di piste da circo come Papendal!

La festa sul podio ...

clicca per ingrandire...
clicca per ingrandire...
clicca per ingrandire...
La birra con il vicesindaco di Haaksbergen e la doccia di champagne al coach Vettoretti
 
GLI ITALIANI

Per gli italiani delle classi Championship ancora un weekend di sofferenza. clicca per ingrandire...

Il solo, e solito De Vecchi al sabato ottiene l’ottava semifinale della stagione e purtroppo la settima delusione per una finale troppo spesso mancata per un soffio. Domenica giornata no con uscita agli ottavi. Per soli tre punti sfiora quindi l'obiettivo di rimanere nei primi 8 della classifica finale, il conteggio finale dei punti che prende in considerazione i 10 risultati migliori, lo pone in 9a posizione.

clicca per ingrandire...
clicca per ingrandire...
Romain Riccardi e Giacomo Fantoni, pur girando bene, senza grossi errori, non riescono a procedere oltre gli ottavi e le manche.

 

clicca per ingrandire...
clicca per ingrandire...
Tra gli Junior niente da fare per Cassanelli (manche) mentre Virdis esce agli ottavi sabato e domenica esce col botto nelle manche, fortunatamente questa volta niente di rotto!
 
Classi Challenge 15/16 anni
clicca per ingrandire...
 

clicca per ingrandire...Ancora una volta ci rinfranchiamo con le promettenti prestazioni dei più giovani, domenica è la volta di Tommaso Giustacchini che agguanta la finale nei Boys 16, chiudendo al settimo posto. Per lui un importante ritorno ai vertici europei in una categoria di alto livello che annovera alcuni tra i più forti atleti a livello mondiale.

Il migliore momento per il veronese è in semifinale dove esce dal cancello spalla a spalla con il campione del mondo Amidou Mir e con lui s’invola lasciando a distanza un gruppo di riders che avrebbe tranquillamente potuto comporre una finale. Purtroppo tra questi anche Nicholas Okoh che sulla compatta pista di Haaksbergen non è riuscito ad esprimere tutto il proprio potenziale.

 

clicca per ingrandire...
Finale Boys 16: tutti allineati sul primo

Tutt'altra storia la finale che per Giustacchini è compromessa già dopo il primo ostacolo quando entra in contatto con un paio di avversari, perdendo pedalate preziose e terreno. L’epilogo arriva subito dopo, in prima curva: ancora un contatto, questa volta con la ruota posteriore del francese Vicat, leggerissimo ma sufficiente per farlo cadere, per fortuna senza conseguenze.
Nella categoria era in gara anche Gianluca Nodari, non ancora al 100%, che esce nei quarti di finale.

clicca per ingrandire...
clicca per ingrandire...
clicca per ingrandire...
Nicholas Okoh - dopo una stagione europea ad altissimo livello, non riesce a concretizzare nella finale olandese.
A rapporto dal DT
Ludovic Laurent
Gianluca Nodari (35) impegnato in un turno di gara con Giustacchini. Il vicentino sta ancora pagando l'infortunio di aprile.

clicca per ingrandire...

Nella cat. Boys 15 finisce ai quarti e nel peggiore dei modi la gara di Fabrizio Moretti , fino a quel momento apparso in gran giornata. Fabrizio, dopo essere scivolato alla base di un salto nel secondo rettilineo, è stato travolto dai riders che seguivano, riportando la frattura di scapola e clavicola. Stagione compromessa e soprattutto niente mondiali per il bravo “Bissio” .

 
 

Riassumendo le prestazioni dei nostri giovani, ricordiamo oltre ai finalisti Diego Verducci (1° nel Cruiser e 2° Boys 14), Camilla Zampese (7a Girls 14) (vedi news #849) e Tommaso Giustacchini, un bel gruppetto di semifinalisti “arrabbiati” per finali mancate spesso di pochissimo. Si tratta di Andrea Arbetti (Boys 13) Martti Sciortino (Boys 13) Alessio Budelli (Boys 12), Giacomo Gargaglia (Boys 11) e in campo femminile Ilaria Giustacchini (Girls 15). Per loro belle prove, sempre in evidenza , eccetto appunto le semifinali dove a tutti forse è mancata una certa “cattiveria”, indispensabile per farsi largo in mezzo a tanti avversari molto forti e determinati.

clicca per ingrandire...
clicca per ingrandire...
clicca per ingrandire...
Martti Sciortino
(Boys 13)
Ilaria Giustacchini
(Girls 15)
Marco Barini
assistente del DT

 

clicca per ingrandire...
clicca per ingrandire...
clicca per ingrandire...
Giacomo Gargaglia
(Boys 11)
Alessio Budelli
(Boys 12)
Andrea Arbetti
(Boys 13)
 

 

Uno spazio incredibile!

 

clicca per ingrandire...
l'area del pre-incolonnamento

La manifestazione si è svolta nel classico contesto della campagna olandese: molto verde, grandi spazi a disposizione e strutture permanenti di ottimo livello.

clicca per ingrandire...
La prima linea

Una nota dolente è quella relativa ai prezzi: 160€ per un parcheggio camper che non aveva nulla in più dei soliti campi attrezzati per le gare il cui prezzo normalmente non supera i 60€ e poi i 30€ a persona per l’ingresso, ci sembrano importi davvero eccessivi, considerato che il 99% degli utenti/spettatori sono le famiglie dei partecipanti stessi, che già si sobbarcano delle considerevoli spese di spostamento.

clicca per ingrandire...
vista parziale dell'immensa area per i camper

clicca per ingrandire...
clicca per ingrandire...
clicca per ingrandire...
     
clicca per ingrandire...
clicca per ingrandire...
clicca per ingrandire...
     
clicca per ingrandire...
clicca per ingrandire...
clicca per ingrandire...
     
clicca per ingrandire...
clicca per ingrandire...
clicca per ingrandire...
     

 

CLASSIFICHE E RISULTATI
Challenge
Championship rd. 11
Championship rd. 12
Championship class. finale

 
 

bmxr - info collegate:

Gara 11 / Challenge 9-12 anni / Gara CRUISER - Intervista Maris Strombergs - /

Sito ufficiale gara / l'INVITATION /

Haaksbergen-INFO / Europei 2011 / Nazionale - I Convocati / gli iscritti

 
torna inizio pagina
Per segnalazioni su questo articolo scrivi a: info@bmxr.it
 
Stagione 2016
 
bmxr info
 
  circuito2013  
  circuito2013  
   
  circuito2013  
  bmxr info  



STAY STRONG



   
Mix
 
WIKIPEDIA
 

REALGRAF

 

mail
Copyright © 2008/2016 Bruno Giustacchini / BMXR.IT - Tutti i diritti riservati - All rights reserved